Elezione organi sociali: Andrea Ventura è il nuovo Presidente di AMUSE

L’ Assemblea dei Soci, che si è svolta on line il 20 aprile 2021, ha votato per il rinnovo degli organi sociali di AMUSE e ha eletto Andrea Ventura come Presidente di AMUSE.

Andrea Ventura, che subentra a Piergiorgio Bellagamba, in carica dal 2018, è Socio dal 2012 e fa parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione. E’ l’artefice, insieme a Pietro Rossi Marcelli, delle famose Passeggiate di Roma2pass” e responsabile del progetto “Roma2pass va a scuola”, che raggruppa tutte le iniziative di AMUSE a favore delle scuole del Municipio II (dalle elementari all’università) finalizzate alla conoscenza del territorio.

E’ autore, insieme a Pietro Rossi Marcelli, del libro “Viale dei Parioli, passeggiata da piazza Ungheria all’Acqua Acetosa” e della nuova rubrica Racconti del Flâneur di Roma2pass.

Nell’augurare a Andrea i più sentiti auguri per il nuovo incarico a nome di tutti i Soci, di seguito vi proponiamo il comunicato che il nuovo Presidente di AMUSE ha diffuso con le sue “Linee Guida” (clicca qui per leggere documento).

Sempre nella stessa data è stato eletto anche il nuovo Consiglio Direttivo di AMUSE le cui cariche sociali saranno nominate nel primo Consiglio Direttivo utile.

Vi aggiorneremo anche su questo. A presto!

Condividi:

I racconti del Flâneur Roma2pass: “Targa a Enzo Fioritto”

Le strade di Roma, e quelle del Municipio II in particolare, sono punteggiate da targhe marmoree che ricordano personaggi, spesso sconosciuti, che hanno vissuto nei palazzi che sorgono lì. Spesso sono vittime della ferocia nazista, a volte assassinati alle Fosse Ardeatine, altre volte caduti per la Patria.

Questa settimana tra i “Racconti del Flâneur” vogliamo presentarvi la figura di Enzo Fioritto, un ufficiale ventenne che, eroicamente, difende Roma dall’occupazione, dopo l’8 settembre del 1943, dell’esercito tedesco. E’ gravemente ferito a bordo del suo carro armato nei pressi dell’attuale palazzo della FAO.  Trasportato all’Ospedale Fatebenefratelli sull’Isola Tiberina, muore, dopo aver telefonato alla famiglia dicendo “Non vi preoccupate! E’ solo un graffio!”.

Speriamo che la storia di questo ragazzo (decorato con Medaglia d’Oro al Valor Militare) vi spinga a fare una passeggiata lungo viale Bruno Buozzi, che all’epoca in cui il nostro eroe vi abitava si chiamava Via dei Martiri Fascisti e che ora è punteggiato di palazzine di grande pregio architettonico. (in foto, una veduta di viale Bruno Buozzi, poco distante da dove si trova la targa a Enzo Fioritto)

“Targa a Enzo Fioritto” (cliccare sul titolo per leggere il racconto)

Se hai un ricordo o un racconto che abbia un legame con i quartieri del Municipio II, magari corredato di qualche foto o immagine, scrivi a: roma2pass@gmail.com

Al prossimo giovedì!

Condividi:

Il 21 aprile nel verde. Cerimonie e inaugurazioni in ville e giardini di Roma

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’invito all’incontro del 22 aprile alle ore 16.00Il 21 aprile nel verde. Cerimonie e inaugurazioni in ville e giardini di Roma” a cura di Eleonora Ronchetti, Alessandro Cremona e Alessandra De Romanis.
La conferenza si snoda attraverso una prima tappa “antiquariale”, dalla “suggestione” della celebrazione della nascita di Roma nell’Antichità, legata alla festa agreste e di rinascita naturale delle Palilie, alla ripresa in epoca umanistica nei rituali dell’Accademia Romana di Pomponio Leto, che si tenevano nella sua casa con giardino al Quirinale, fino alla riproposizione nella moderna Accademia Romana di Archeologia (poi Accademia Pontificia), che nell’Ottocento fissò la rievocazione come evento annuale, articolato nella lettura di una dissertazione erudita seguita da un banchetto sociale, spesso ospitato in ville e giardini aristocratici, tra i quali le ville Altieri, Borghese, Campana, Massimo e Massani.
Prosegue poi documentando la trasformazione del 21 aprile in festa pubblica e “istituzionale”, in un processo avviato durante la Repubblica Romana del 1849 e consolidato in epoca post-unitaria, quando la ricorrenza viene celebrata nei giardini pubblici, come il Pincio e la Passeggiata Archeologica, con iniziative occasionali.
Si conclude infine con la definitiva istituzionalizzazione del Natale di Roma a Festa Nazionale (19 aprile 1923) a opera del Fascismo, che la utilizza come palcoscenico per l’inaugurazione di numerosi giardini romani realizzati negli anni del Governatorato sotto la prevalente direzione di Raffaele de Vico.
Ecco il link di collegamento: https://meet.google.com/wiv-zato-fzk

 

Condividi:

Martedì 20 aprile c’è l’Assemblea Annuale AMUSE – unisciti a noi!

Ricordiamo a tutti i nostri associati che martedì 20 aprile alle ore 17:00 avrà inizio l‘Assemblea Annuale dei Soci AMUSE.

Come sapete l’Assemblea quest’anno si terrà in modo virtuale utilizzando la piattaforma Zoom. Tutti coloro che desiderano partecipare non debbono fare altro che cliccare su “CLICCA QUI” all’immagine riportata qui di seguito. Verrà automaticamente attivato il software necessario per il collegamento che può avvenire sia tramite PC che smartphone.

——– CLICCA QUI ——–

Durante l’Assemblea, i soci in regola con l’iscrizione annuale, potranno votare per i componenti del Consiglio Direttivo: Presidente e Consiglieri. Per maggiori dettagli rimandiamo alla Notizia del 10 aprile 2021 pubblicata nel sito AMUSE.

Vi aspettiamo numerosi!

Condividi:

Rinnovo organi sociali AMUSE: le candidature

Martedì 20 Aprile 2021, in occasione dell’Assemblea ordinaria di AMUSE, si terrà l’elezione degli Organi Sociali dell’Associazione per il Triennio 2021-2023.
Le modalità per la votazione dei candidati per le cariche di Presidente e di Consigliere verranno spiegate nel corso dell’Assemblea stessa (scheda per la votazione).
Si ricorda che il diritto di voto in Assemblea è riservato solo ai Soci in regola con il pagamento della quota annuale. Chi vuole partecipare all’Assemblea e non ha effettuato il pagamento potrà farlo seguendo quanto riportato nel sito di AMUSE alla voce “Iscriviti o Rinnova la tua iscrizione”.
L’Assemblea si terrà on line utilizzando l’applicazione Zoom e per partecipare è necessario collegarsi, nell’orario indicato, al seguente link: clicca qui.
Dopo aver cliccato il link di cui sopra, attendere di essere ammessi all’Assemblea e attivare la telecamera così da consentire al Presidente di accertare la vostra identità.
La tecnologia utilizzata (Zoom) è disponibile sia su computer che su cellulare.
Coloro che, non avendo mai utilizzato la tecnologia Zoom o similari pensano di avere problemi a collegarsi potranno rivolgersi, prima della data dell’Assemblea, a: info@associazioneamuse.it

Condividi:

AMUSE in diretta su Radio Roma Capitale

Giovedì 15 aprile alle ore 12,35 saremo in diretta su Radio Roma Capitale (FM 93 Mhz) nella rubrica “Voci dai Territori” per fornirvi notizie e informazioni sulle attività di AMUSE.
Andrea Ventura ci parlerà del nuovo racconto del Flâneur di Roma2pass “Il lago fantasma del Re”, un lago scomparso nel folto della vegetazione di Villa Ada.

Seguiteci!
I nostri interventi

Condividi:

I racconti del Flâneur di Roma2pass: “Il lago fantasma del Re”

Questa settimana ne  “I Racconti del Flâneur” parliamo di un lago scomparso nel folto della vegetazione di Villa Ada. Per farlo però dobbiamo partire da una passione ormai desueta e anche antipatica a molti: la caccia. Ma la caccia è un’attività che l’uomo svolge da sempre e le persone che hanno questa passione ne sono talmente dipendenti che, letteralmente, “non pensano ad altro”. (cliccare sulle foto per una corretta visione di ciascuna)

Un illustre e appassionato cacciatore fu il primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II, che quando fu “costretto” a vivere a Roma (dopo il 1870) chiese subito di poter andare a caccia, senza venir meno ai suoi obblighi di Sovrano. I suoi ministri si misero alla ricerca di una tenuta sufficientemente ampia (e fornita di selvaggina) nei dintorni di Roma e finalmente, nel 1872, il re riuscì ad acquistare (di tasca propria) la vecchia villa Pallavicini, alcune proprietà intorno e il monte Antenne.  Aveva finalmente a disposizione un parco di circa 200 ettari, ricco di animali selvatici, a meno di 3 chilometri da casa (cioè dal Quirinale) e a un chilometro da Villa Mirafiori, dove viveva la sua Bella Rosin.  

Il re amò così tanto questa villa da farla abbellire con piante, fontane, costruzioni nei pochi anni in cui riuscì a godersela. E tra i tanti interventi richiesti dal Re ci fu anche un grande lago artificiale al centro della proprietà, per favorire la presenza di selvaggina, sia di piuma che di pelo.  La passione del Re per la caccia era così forte che un freddo giorno del gennaio 1878, nei pressi dei bordi di questo lago vicino a una fontana (oggi detta Fontanaccio), stette così a lungo appostato nei rovi, in attesa di una lontra che si era intanata, da ammalarsi di polmonite e morirne.

Ringraziamo Lorenzo Grassi per averci offerto la storia che presentiamo questo giovedì, in cui ci racconta proprio di questo lago, di come sia stato perduto nella boscaglia e poi ritrovato grazie ai pochi ruderi nascosti nel verde.  Speriamo che i nostri lettori si incuriosiscano e vadano anche loro a Villa Ada “a caccia” di questo lago fantasma (noi in ogni caso, per evitare che qualcuno ci prenda sul serio e si perda nel bosco, inseriamo, qui sotto, la mappa).

“Il lago fantasma del Re” (cliccare sul titolo per leggere il racconto)

Condividi:

Via Tripoli: presentato un esposto alla Regione Lazio

Il “Comitato per la valorizzazione e tutela del complesso archeologico monumentale di Santa Agnese fuori le mura Roma” ci informa di aver presentato un esposto alla Regione Lazio – Servizio di vigilanza edilizia, in data 9/04/2021 per segnalare un “un presunto abuso nell’area vincolata dal Piano Regolatore di Roma del 2018 con destinazione a Verde Pubblico e Servizi Pubblici sita nel quadrante tra Via Homs Via Tripoli Via Cirenaica via Assab nel Quartiere Africano del Municipio 2 della città di Roma”

La segnalazione scaturisce dall’aver constatato la “creazione di un piazzale a mezza costa e di alcune ampie rampe d’accesso con conseguente eliminazione di essenze arboree ampiamente diffuse a protezione del terreno scosceso”.

I lavori “sebbene siano stati eseguiti all’interno di un area privata, non tengono conto del vincolo di destinazione urbanistica imposto dal PRG del 2018” che la indica come “area destinata a verde pubblico e servizi di pubblica utilità. La destinazione a parco è stata confermata con Delibera Regionale n. 162 del 2006:

Il Comitato esprime inoltre la preoccupazione che i lavori e l’abbattimento di alberi possano “provocare crolli negli ambulacri ed arcosoli sottostanti”  e sottolinea “l’alto interesse archeologico dell’area, che era stata preservata per decenni da manomissione, data la presenza della rete degli ambulacri catacombali del Coemeterium Maius ad Caprea di Via Nomentana, di cui l’ingresso in Via Asmara, sito non ancora completamente esplorato per la sua vasta estensione”.

La richiesta è dunque quella di interrompere i lavori e ripristinare l’area a verde, in vista di una restituzione alla libera fruizione della cittadinanza, in un contesto di riqualificazione e di sottrazione a fenomeni di degrado.

Vi terremo aggiornati!

Condividi:

Dona un albero al tuo quartiere: conclusa la Campagna di primavera 2021!

Si sono concluse sabato 10 aprile le attività per la messa a dimora dei 22 alberi donati dai cittadini nell’ambito della Campagna di primavera 2021 del progetto Dona un albero al tuo quartiere.

Al momento dell’impianto sono stati somministrati concimi costituiti da humus naturale (leonardite) e micorrize (associazione simbiotica tra funghi e radici delle piante che favorisce l’assimilazione delle sostanze nutritive dal terreno).

I donatori provvederanno a innaffiarle per 2 anni.
La crescita degli alberi verrà seguita e monitorata nel tempo per garantire l’attecchimento e il corretto sviluppo delle piante durante i loro primi anni di vita.
A ogni donatore è stata consegnata una scheda con le indicazioni per la cura dei nuovi alberi.
Inoltre verranno segnalate a AMUSE e, per tramite, al Dipartimento Ambiente di Roma Capitale, eventuali problematiche legate alla presenza di malattie e parassiti.

Grazie a tutti, continuate a seguirci!

Galleria foto “Campagna di Primavera 2021”
Per info e adesioni: donaunalbero@associazioneamuse.it

Condividi: