Tutti al cinema con AMUSE! I film nel Secondo Municipio

IMG_2279 IMG_2288 IMG_2291

 

 

 

 

AMUSE lancia un nuovo progetto per gli appassionati di cinema e non solo!
Grazie al lavoro di un gruppo di Soci e di Socie e alla collaborazione  dell’Associazione Visioni e Illusioni,  AMUSE ha programmato la presentazione di alcuni film che descrivono  luoghi del Municipio II e assegnano ad essi un particolare significato nella storia raccontata.
Le prime due occasioni saranno giovedì 18 maggio con la proiezione di Una giornata particolare di Ettore Scola, 1977, che riprende spazi del “palazzo Federici” in viale XXI aprile e venerdì 9 giugno 2017 con Ecce Bombo, 1978, di Nanni Moretti,  che riprende barconi in riva al Tevere.
I film verranno proiettati nella sala Caritas di Villa Glori, dalle 18,00 alle 20,00. La partecipazione è gratuita per tutti i Soci  Amuse e per i loro amici.
“Una giornata particolare”. Due attori di eccezione, Sofia Loren e Marcello Mastroianni, interpretano le due persone protagoniste della vicenda: Antonietta, casalinga madre di sei figli, sposata ad impiegato statale fascista, e Gabriele, ex radiocronista, licenziato per le sue idee antifasciste e la sua omosessualità. I due si conoscono nella giornata del 6 maggio 1938, data della visita di Adolf Hitler a Roma, mentre tutti gli abitanti del caseggiato partecipano alla parata in onore del Fuhrer.  Lontani dalle manifestazioni,  Antonietta e Gabriele  si incontrano e manifestano la propria infelicità, lei nel ruolo di casalinga fedele e prolifica, lui nel ruolo di radiocronista licenziato, emarginato per la sua omosessualità. Nelle ultime scene del film Antonietta  vede Gabriele mentre viene portato via da due guardie per essere condotto al  “confino” in Sardegna, poco prima che ella, dopo avere interrotto la lettura del libro regalatole da Gabriele, sia costretta a tornare alla sua realtà domestica  ed a raggiungere a letto il marito-padrone, intenzionato a generare il settimo figlio e magari dargli il nome di Adolfo in onore dell’illustre alleato.
“Ecce bombo”. Il titolo è il grido con cui lo straccivendolo  fa sentire la sua presenza, andando in giro per la città.  Michele, Mirko, Vito e Goffredo,  quattro amici ex sessantottini, stufi di passare le serate in maniera inconcludente al bar, decidono di affidarsi all’ autocoscienza per risolvere le proprie insoddisfazioni, ma finiscono per abbandonarsi a divagazioni logorroiche senza giungere a nulla. Michele aiuta ragazzi liceali a prepararsi all’esame di maturità, ha difficili rapporti in famiglia, una complicata relazione con la fidanzata Silvia  e con le donne in generale.  Mirko, un ragazzo assillato da vari problemi, ospita in casa Olga, una ragazza schizofrenica.  Vito è un pigro impiegato. Goffredo è uno svogliato studente universitario. L’arrivo dell’estate conclude l’esperimento di autocoscienza, ma i quattro amici continuano a vedersi. Durante uno dei soliti incontri, viene presa la decisione di andare a trovare Olga. La voce si sparge tra gli altri ragazzi del bar e del quartiere, ma alla fine  solo Michele va a trovare  Olga.

Da alcuni documenti disponibili sono stati individuati alcune indicazioni su film che potrebbero essere interessanti  per gli obiettivi dell’iniziativa di AMUSE:

  • Ladri di biciclette, Vittorio De Sica, 1948: lungotevere Flaminio;
  • Guardie e ladri, Monicelli, 1951: ponte Salario, piazza Manila;
  • Il tetto, Vittorio De Sica, 1955: fosso di Santa Agnese, via Nomentana;
  • Totò truffa, Camillo Mastrocinque, 1962: viale Gorizia;
  • Totò, Vittorio e la dottoressa, Camillo Mastrocinque, 1957: via Antonio Bosio;
  • La ragazza che sapeva troppo, Mario Bava, 1962: Coppedè, piazzale Mincio;
  • Dramma della gelosia, Ettore Scola, 1970: tra Verano e Tiburtino III;
  • C’eravamo tanto amati, Ettore Scola, 1974: ….quartiere Trieste;
  • La terrazza, Ettore, Scola 1980: salotto intellettuale lungotevere Flaminio;
  • La famiglia, Ettore Scola: appartamento ricostruito, collocabile in Prati, ambientato in periodo 1906/1986;
  • Una giornata particolare, Ettore Scola, 1977: palazzo Federici in viale XXI aprile;
  • Romanzo di un giovane povero, Ettore Scola: in palazzo Federici, viale XXI aprile;
  • Vacanze romane, 1953, di W. Wyler, con G.Peck, A. Hepburn, Castro Pretorio, v.le Policlinico;
  • Borotalco, 1982, di Carlo Verdone, piazza Mancini;
  • Ecce Bombo, 1978, di Nanni Moretti, barconi in riva al Tevere;
  • Signore e Signori, buona notte, 1976, di Luigi Comencini, Parioli-Villaggio Olimpico;
  • Inferno, 1980, di Dario Argento, piazza Mincio;
  • Un borghese piccolo piccolo, 1977, di Mario Monicelli, Circonvallazione Nomentana;
  • Vieni avanti cretino, 1982, Luciano Salce, via dei Campi sportivi, Acqua Acetosa.