I rifiuti ingombranti

Cos’è un rifiuto ingombrante? 

Non vi è una definizione vera e propria di rifiuto ingombrante, ma così si considera, per deduzione logica, un oggetto non più in uso di dimensioni tali da non poter entrare in un normale cassonetto.

Questo non è in realtà del tutto vero poiché nel contenitore della raccolta indifferenziata andrebbero introdotti solo quelli chiusi in un sacchetto della spazzatura, “non sciolti” … e un materasso di una culla sono pur sempre considerati rifiuti ingombranti!

AMA ci aiuta a classificare il nostro oggetto e quindi a capire dove va buttato, inserendo il nome nell’apposito spazio di questa pagina.

Dove va buttato? 

Il rifiuto ingombrante va portato ai centri di raccolta.

Posizionarlo accanto o dentro un cassonetto è vietato dalla legge, così come abbandonarlo in qualsiasi altro posto: si può incorrere in una multa di 500 euro che può essere fatta da agenti accertatori AMA, da agenti del decoro urbano AMA, da vigili urbani e da tutte le forze dell’ordine.

Centro di raccolta nel II municipio

Il centro di raccolta del II Municipio di Roma è quello dell’Acqua Acetosa, via dei Campi Sportivi 100, situato proprio alla fine della strada, sotto alla tangenziale.

Orari: giorni feriali 7.00 – 12.00 e 14.00 – 19.00; giorni festivi 7.00 – 13.00.

Si possono consegnare gratuitamente apparati elettronici, batterie al piombo, consumabili da stampa, grandi elettrodomestici, inerti e calcinacci, ingombranti, legno, neon, oli vegetali, pile, termometri, vernici e solventi.

A chi denunciare un abbandono abusivo

Per segnalare un rifiuto ingombrante lasciato in strada, dopo aver effettuato la registrazione (serve un indirizzo di posta elettronica e il numero cliente che si trova sulla bolletta), compila il modulo che trovi qui .

Forse non tutti sanno che…..

 Il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti a Roma è gratuito anche al piano dell’abitazione secondo le modalità indicate dall’AMA. Si può prenotare chiamando Chiamaroma 060606 del Comune di Roma fornendo il proprio codice utente Ta.Rio o attraverso il servizio online.

La raccolta degli ingombranti può essere fatta direttamente a casa propria. E’ gratuita tutto l’anno se si mette il rifiuto davanti al portone, a pagamento se il rifiuto è dentro una cantina, un garage o un’abitazione. E’ sempre a pagamento se il richiedente è un’attività commerciale.

Qui trovi la tabella con le tariffe in vigore, basate sul piano di ritiro e sul tipo di rifiuto.

Si può effettuare la richiesta due volte l’anno per un massimo di 2 mc alla volta per ogni utente: lavapiatti + lavatrice, per esempio, o soltanto un divano a tre posti.

Il numero per prenotare il ritiro è lo 060606 attivo 24 ore su 24, oppure si può fare la richiesta online, registrandosi sul sito di AMA.

Attenzione: tieni vicino il numero cliente che trovi sulla vostra bolletta e il codice fiscale dell’intestatario perché in entrambi i casi ti saranno richiesti.

Il ritiro avviene entro 90 minuti dall’orario fissato per l’appuntamento.


COM’E’ ANDATA A FINIRE?

Il contatto che vi abbiamo dato non ha funzionato?
Il servizio non è più attivo?
Il problema non si risolve in tempi rapidi?
…Oppure tutto è andato bene?
Scrivi a info@associazioneamuse.it o sulla nostra pagina facebook : migliorare i servizi si può e si deve!