E’ stato pubblicato un nuovo libro della collana Roma2pass

Cari amici,
vi devo confessare che, non contento del primo libro, ho scritto il secondo! E vi invito alla sua presentazione, nella Libreria ELI in viale Somalia 50A, mercoledì 11 dicembre alle 18:30 (vedi l’invito in fondo alla pagina o la pagina dell’evento).
Ma c’è di peggio. Il primo era un libro di 60 pagine, nel secondo abbiamo superato le 100 pagine. L’unica attenuante che ho è che questa volta  a scriverlo siamo stati in due. Il lavoro infatti l’ho condiviso con il mio amico Andrea Ventura (visto il soggetto, almeno uno dei due autori infatti doveva assolutamente essere un pariolino doc).
Il libro porta per mano il lettore in una passeggiata lungo il grande viale dei Parioli, da piazza Ungheria all’Acqua Acetosa. Rispetto al primo libro su via Flaminia, in cui si parla di personaggi lontani da noi e si raccontano episodi avvenuti in tempi andati, il nuovo libro è molto più legato alla vita attuale che pulsa nel grande viale di platani.
un abbraccio
Pietro  Rossi Marcelli

Sabato 14 dicembre, una passeggiata Roma2pass a Villa Strohl Fern

Sabato 14 dicembre alle 10:00, il Liceo Chateaubriand di Roma e AMUSE invita i soci a una passeggiata Roma2pass nei giardini di Villa Strohl Fern.

Villa Strohl Fern è un posto magico e inaccessibile, situato al centro di Roma, vicino Villa Borghese e a due passi da piazzale Flaminio. Molti romani non sanno nemmeno dove sia, ma basta percorrere la via Flaminia, all’altezza del piazza della Marina, per vedere, il alto a sinistra sopra il Borghetto Flaminio, un pettine di pini che si stagliano sul cielo.  Quei pini fanno appunto parte di Villa Strohl Fern che si estende da via di Villa Ruffo a Villa Giulia.

Un posto magico, dove l’arte è stata di casa per poco meno di un secolo grazie a uno strano “padrone di casa”, straniero e di pessimo carattere, ma che a fine Ottocento decide di fermarsi a Roma e creare un luogo dove accogliere gli artisti, aiutarli a vivere e permettere loro di concentrarsi sul proprio lavoro.  In quel periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento, centinaia di artisti sono stati ospitati da Alfred Strohl Fern in decine di casette-studi appositamente costruite nel parco incantato della sua grande villa.

Oggi la villa è di proprietà della Francia e trasformata in una scuola, ospita infatti la sede romana della scuola francese Licèe Chateaubriand. Per gentile concessione del direttore del Licèe, la mattina di sabato 14 dicembre, quando la scuola è chiusa, faremo una passeggiata nel parco e racconteremo dell’atmosfera incantata di un secolo fa quando personaggi come Rainer Maria Rilke, Carlo Levi, Francesco Trombadori a molti altri, passeggiavano per quegli stessi viali. Per avere maggiori informazioni sulla villa cliccate su Villa Strohl Fern. o sul sito del Licèe.

La durata è di circa 90 minuti. La partecipazione è gratuita. L’evento è riservato ai Soci in regola con il pagamento della Quota annuale e a chi si iscrive ad AMUSE (per associarsi o associare un’altra persona basta compilare e inoltrare il modulo di adesione e versare la quota sociale annuale di € 15,00 prima dell’evento).

La prenotazione è obbligatoria, entro il 11/12, e personale, perchè AMUSE deve consegnare in anticipo la lista dei nomi dei partecipanti. Per prenotare,  fare Login sul sito roma2pass, andare nella pagina dell’evento e cliccare sul pulsante [Invia la tua prenotazione] che compare in fondo a questa pagina (solo dopo aver fatto Login). In caso di problemi, prenotare scrivendo una mail a roma2pass@gmail.com (o rossimarcelligmail.com)

AMUSE ringrazia la dirigenza del Lycèe Chateaubriand.

Grazie Ornella

Grazie Ornella,  grazie Roberto, per gli alberi che con il vostro lavoro e il contributo di tanti cittadini sono stati piantati oggi dal Servizio Giardini del Comune di Roma.

Con cinquanta alberi di quest’anno, insieme ai 22 dell’anno scorso oggi la bandiera di AMUSE sventola molto in alto.

Un grande ringraziamento anche a dirigenti e agli operatori del Servizio Giardini che hanno reso possibile questi risultati.

Martedì, nel nostro tradizionale Brindisi natalizio rilanceremo tale operazione in altre zone del Municipio II.

Per saperne di più: Dona un albero al tuo quartiereBrindisi di Natale AMUSE 2019

Brindisi di Natale AMUSE 2019

Un invito a tutti a partecipare martedi 3 dicembre alle ore 18 a VIlla Glori al consueto brindisi di Natale di AMUSE.

Parleremo di temi interessanti e ci scambieremo gli auguri.

VI ASPETTIAMO!

Per raggiungerci: La Casa Famiglia CARITAS si trova in cima a Villa Glori (il Teatro è all’interno dell’edificio principale in muratura)
– Ingressi pedonali: viale Pilsudski e P.le del Parco della Rimembranza
– Accesso carrabile: Via Venezuela 27 (Largo Indira Gandhi)

PROGRAMMA
18.10 Saluto di benvenuto, Piergiorgio Bellagamba, Presidente AMUSE
18.20 Le Mura Aureliane da Piazzale Flaminio a Porta Maggiore, Lucina Caravaggi, Professore Ordinario di Architettura del Paesaggio, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
18.40 Amuse in pillole, Sergio Spinella, Vice Presidente AMUSE
La collana editoriale di Roma2pass: “Viale dei Parioli”, Pietro Rossi Marcelli
AMUSE nelle scuole, Andrea Ventura
Dona un albero al tuo quartiere, Ornella Malaguti, Roberto Tosatti
19.00 Conclusioni e Brindisi, Piergiorgio Bellagamba, Presidente AMUSE

invito Brindisi di Natale AMUSE 2019

Roma2pass a dicembre

Nel mese di dicembre, dopo il Brindisi di Natale 2019 due eventi attendono i soci AMUSE e tutti coloro che sono interessati a conoscere il territorio di Roma a nord delle Mura Aureliane:

– la PRESENTAZIONE DEL LIBRO “VIALE DEI PARIOLI”, mercoledì 11/12/2019 alle 18:00 nella Libreria ELI – ESPERIENZE, LIBRI, IDEE,  in viale Somalia 50A, e

– la PASSEGGIATA A VILLA STROHL FERN, sabato 14/12/2019 alle 10:00. Appuntamento all’ingresso del Licèe Chateaubriand, in via di Villa Ruffo, 31

“Viale dei Parioli” è il secondo libro della collana Roma2pass, una “guida” dedicata a chi vuole scoprire senza fretta questo luogo dei Parioli – notissimo a tutti ma di cui nessuno sa nulla – rivolto a chi ci vive ma anche e a chi ci passa velocemente, senza il tempo di guardarsi intorno.
Un libro che parla di presente ma anche di passato: ”… La cupola di Villa Villegas, decorata da arabeschi, terminava con un puntale arricchito da sfere. Il cuore dell’edificio era un patio con otto colonne identiche a quelle della loggia esterna da cui si accedeva ai diversi ambienti: una stanza con un lucernario sul soffitto era l’atelier dell’artista …”.

Villa Strohl Fern è un posto magico e inaccessibile, situato al centro di Roma, vicino Villa Borghese e a due passi da piazzale Flaminio. Un posto dove l’arte è stata di casa grazie a uno strano “padrone di casa”, straniero e di pessimo carattere, ma che, a fine Ottocento, decide che gli artisti dovevano essere aiutati a vivere, permettendo loro così di concentrarsi sul proprio lavoro.
In realtà, centinaia di artisti sono stati ospitati da Alfred Strohl Fern a cavallo tra due secoli in decine di casette-studi nel parco incantato della sua grande villa, oggi trasformata in una scuola.
La mattina si sabato 14 dicembre la scuola Licèe Chateaubriand, oggi attiva nella villa, ci concede una passeggiata nel parco che noi utilizzeremo per ricreare l’atmosfera incantata di un secolo fa quando personaggi come Rilke, Levi, Trombadori, passeggiavano per quegli stessi viali.

Conferenza Roma2pass alla scoperta della Roma sotterranea

Mercoledì  prossimo, 27 novembre alle 17:30, Roma2pass organizza una conferenza su catacombe e ipogei che perforano il nostro territorio: una conferenza sarà tenuta da Massimiliano Ghilardi, direttor associato dell’Istituto Nazionale Studi Romani, nella Sala della Fortuna del Museo Nazionale Etrusco

Il 31 maggio del 1578, poco oltre la porta Salaria del circuito murario aurelianeo, esperti cavatori di pozzolana rinvennero casualmente i resti perfettamente conservati di un antico cimitero ipogeo paleocristiano, allora creduto essere quello intitolato a Santa Priscilla. Questo cimitero andò perduto pochi anni più tardi per una frana verificatasi a seguito delle continue estrazioni di materiale da costruzione e l’interesse per le catacombe si perse. Ma per un piccolo manipolo di esploratori, capitanati da Antonio Bosio, la scoperta del 1578 rappresentò l’incentivo a indagare le vigne delle campagne attorno a Roma per cercare di riportare alla luce le sepolture dei primi martiri delle persecuzioni anticristiane. Pitture, iscrizioni e, soprattutto, resti ossei di presunti martiri guidarono le esplorazioni dei pionieri dell’archeologia cristiana.

La durata è di circa 90 minuti.
L’evento è aperto a tutti,  fino a esaurimento posti. I Soci possono quindi invitare amici interessati alle iniziative Roma2pass.
Non è prevista la prenotazione.
La partecipazione alla conferenza è gratuita ma non prevede l’accesso dei partecipanti al Museo e alla Villa. Tale accesso è possibile secondo bigliettazione e gli orari indicati nel sito web del Museo.

AMUSE ringrazia lo speaker e la direzione del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia per aver reso possibile l’evento

Dona un albero al tuo quartiere 2019

Ha inizio la fase operativa  del progetto “Ripartiamo col verde 2019. Dona un albero al tuo quartierepromosso da AMUSE in collaborazione con la Rete dei Quartieri attivi e con il Servizio Giardini del Dipartimento di Tutela Ambientale di Roma Capitale.
Gli alberi donati per il 2019 dai residenti  dei quartieri Trieste, Parioli, Flaminio sono stati acquistati e arriveranno al Semenzaio di S.Sisto entro il 30 novembre, data in cui cominceranno gli interventi di piantagione da parte del Servizio Giardini.
Compatibilmente con le condizioni atmosferiche, si continuerà sabato 7 e sabato 14 dicembre.
Il progetto AMUSE è il primo a partire in quanto in stato più avanzato degli altri gruppi.
Le decisioni sono state prese  nel corso  di una riunione  tecnica, organizzata da Francesco Messina, Responsabile per la Gestione del sistema arboreo cittadino, alla quale hanno preso parte, oltre ad  AMUSE, altre  associazioni impegnate in progetti affini al nostro (la  “Voce di Porta Portese”, la Rete dei “Quartieri Attivi”, per i cittadini di Testaccio e il Progetto “RE TRE” di Porta Metronia).
All’incontro, che si è svolto presso la sede dell’Assessorato e del Dipartimento per la tutela dell’Ambiente e del Verde, ha partecipato l’Assessore  Laura Fiorini, che ha assicurato il suo impegno e il suo appoggio a sostegno delle iniziative in corso per il recupero delle alberate cittadine da parte delle Associazioni di volontariato.
L’intervento prevede la messa a dimora di 59 nuovi alberi, con specie scelte in accordo con il Servizio Giardini.
AMUSE  si è occupata dell’acquisto degli alberi donati dai cittadini, dell’acquisto dei tutori e di quanto necessario agli interventi di piantagione e dell’apposizione sui tutori di una targhetta personalizzata a scelta dei donatori;  l’annaffiatura dei nuovi alberi nei mesi caldi, per un periodo di due anni per garantirne l’attecchimento è a carico dei donatori, mentre la supervisione e la piantagione saranno esclusivamente del Servizio Giardini.
Ulteriori aggiornamenti verranno forniti in occasione del Brindisi di Natale che si terrà martedì 3 dicembre al Teatro della Casa famiglia di Villa Glori e al quale vi invitiamo a partecipare!
Ornella Malaguti e Roberto Tosatti

Monitoraggio AMA: i referenti di strada

Lo scorso venerdì 15 novembre si è tenuta la Terza Riunione dell’Associazione del Tavolo Qualità II Municipio, costituita per effettuare il monitoraggio del servizio di raccolta dei rifiuti dell’AMA, alla quale hanno partecipato anche i soci di AMUSE.
Come da ordine del giorno si è discusso riguardo la scheda di segnalazione dei passaggi AMA, in modo da renderla più efficace e facilmente comprensibile, stabilendo il 1 dicembre come fine del “periodo di prova”.
Si è in attesa dell’operatività della e-mail dedicata (referentidistrada.mun02@comune.roma.it).
Si è inoltre parlato di Termovalorizzatori e del loro utilizzo, in generale e più specificatamente con riguardo a Roma. A tal proposito i soci si sono dimostrati in grandissima maggioranza favorevoli. Alleghiamo in proposito il link sul Termovalorizzatore di Copenhagen e un appunto sintetico del Prof. Venditelli in merito.

Alleghiamo anche tre articoli sul tema:
Altroconsumo-Rifiuti ingombranti. Grazie ad un microchip nascosto viene seguito
il viaggio degli elettrodomestici verso lo smaltimento: 4 su 10 viaggiano disordinatamente e in modo irregolare, rendendo difficile l’intercettazione da parte dei Consorzi.
Intervista Giorgio Arienti, Presidente del Centro di Coordinamento RAEE.
Agenzia per il controllo qualità-Osservazioni Piano regionale rifiuti