PROGETTO: RENOVATIO URBIS

IL MIGLIO DELLE ARTI – Un asse tra villa Glori e l’Accademia della Scherma 

IL PROGETTO Il progetto del Rotary Club Roma Parioli, con il contributo dell’Associazione AMUSE, prevede un Concorso aperto ai giovani, sia laureati e laureandi, soprattutto di ingegneria e architettura, sia studenti delle medie superiori, e un successivo work-shop, cui sono coinvolti anche i vincitori del Concorso.  A fattor comune, l’asse ideale nell’immaginario dei quartieri: Parioli, Flaminio e delle Vittorie, tra Villa Glori e le pendici di Monte Mario, che scende dalla Villa, percorre gli spazi antistanti l’Auditorium e il Palazzetto dello Sport, segue via Guido Reni con il MAXXI e le caserme di prossima ristrutturazione dove dovrà sorgere la Città della Scienza, attraversa il Tevere sul Ponte della Musica e arriva alla Sala delle Armi del Foro Italico.

IL CONCORSO Il Concorso si articola in due sezioni:

  • Una di carattere architettonico – urbanistico, centrata sul rinnovo urbano: idee, progetti e suggerimenti di azioni mirate a migliorare la fruibilità degli spazi interessati dall’asse citato: caratteristiche e connessione ai luoghi e alle architetture che li definiscono, sistema viario/pedonale, verde e spazi di uso sociale, ecc. In altri termini, i partecipanti devono proporre interventi per conformare l’asse nella sua accezione morfologica e funzionale relazionata al contesto. I premi, di contenuta rilevanza economica, ma significativi per l’immagine e la visibilità correlate, saranno assegnati, in funzione della qualità e dell’impatto dei progetti, da una Commissione tecnica specialistica. Questa sezione è storica per il Club Parioli: alle 8 edizioni tenutesi finora, con buona parte degli Sponsor citati più avanti, hanno partecipato più di 500 giovani che hanno prodotto proposte di indubbia validità.

  • Una di carattere conoscitivo – culturale, interpretativo della realtà che si lega all’asse: proposte di contenuti e di metodi su fatti e situazioni meritevoli di attenzione, da trasmettere come informazione o anche solo come sollecitazione per una riflessione, attraverso la proposizione di “itinerari della conoscenza” . In altri termini, i partecipanti devono esporre fatti storici, vicende di vita, caratteri dell’area da riconoscere, percorsi e spazi da privilegiare, consuetudini o eventi da rimarcare, monumenti, architetture e/o infrastrutture da raccontare. I premi , allineati economicamente all’altra sezione, saranno assegnati da una Commissione ad ampio spettro “sociale”, in funzione dell’originalità e dell’interesse degli argomenti trattati.

IL WORK-SHOP Il work-shop rappresenta la sintesi delle due sezioni del Concorso e intende costruire una guida digitale che associ il passato dell’area con il suo presente e futuro di eventi, iniziative e azioni, fornendo un supporto informativo/ricreativo, interattivo in tempo reale. Si tratta di mettere a punto proposte funzionali e integrate, da presentare ad Amministrazioni e Istituzioni, con un sito su cui è configurato l’asse, dotato di un data base di informazioni consultabili, categorizzate per “oggetto” di interesse, per residenti, visitatori e tutti coloro che utilizzano gli spazi connessi. Inizialmente si ipotizza di caricare i “lavori” più interessanti provenienti dal Concorso, con collegamenti con Istituzioni esistenti (in primis Municipio, Auditorium e Maxxi). In progress, lo strumento può essere aperto a tutti (previa registrazione e filtro dei contenuti); anche in funzione dell’interesse degli operatori, della diffusione e del coinvolgimento attivo del pubblico (e soprattutto dei giovani), la guida – con opportune iniziative di promozione – potrà essere collocata in un “app” consultabile da smart phone e/o da tablet, con nuovi servizi e nuove features.

I TEMPI  Si prevede di indire il bando di partecipazione, pubblicando anche documenti dei Concorsi precedenti, a inizio novembre. Iscrizioni entro il 1° dicembre. Incontri di illustrazione ai partecipanti (ad esempio Università per la 1^ sezione, Associazioni, Scuole o … per la 2^) a metà dicembre. Consegna elaborati a fine marzo 2015. Individuazione dei vincitori a fine aprile. Avvio del work-shop a maggio. Evento pubblico di comunicazione a metà giugno.

GLI SPONSOR  (Premi e Commissioni) Oltre agli Sponsor storici, che hanno già confermato la loro partecipazione: Municipio II, ACER con la Fondazione Almagià, AITEC, Università Sapienza, Ordine degli Architetti, Associazione AMUSE, Distretto Rotary 2080, si intendono coinvolgere Istituzioni quali l’Auditorium e il Maxxi e – in misura significativa – il Comune di Roma.

Roma, 30 settembre 2014

Brochure_MIGLIODELLEARTI
lettera Municipio alle scuole
RENOVATIO URBIS Comun. stampa LUNGO con visore